Seleziona una pagina
Il valore aggiunto di Envision, certificazione green per i progetti di infrastrutture

 

Envision® è un sistema avanzato di rating, nato nel 2012 negli USA e approdato nel nostro Paese nel 2015 che consente di misurare la sostenibilità di qualsiasi progetto infrastrutturale (strade, autostrade, ferrovie, impianti, acquedotti e via dicendo).

Tra gli operatori del settore dell’engineering infrastrutturale che nell’ambito della sostenibilità prestano assistenza per certificazioni obbligatorie e volontarie in accordo a Envision rientra Optimares (in edilizia, l’azienda si occupa anche di Sistema Edificio e protocolli LEED e GBC Home). [Scarica la brochure di Optimares]

Optimares, più in generale, supporta i progetti tecnici nelle gare d’appalto e nell’iter di conformità ai CAM di prodotti e lavori e sostiene le aziende in iniziative di Life Cycle Assessment (LCA), Carbon Footprint (CF), Water Footprint (WF), ReMade, Product e Organizational Environmental Footprint (PEF e OEF) e Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD), che offrono significativi vantaggi competitivi.

Ma torniamo a Envision. Sviluppato dall’ISI, Institute for Sustainable Infrastructure, in collaborazione con lo Zofnass Program for the Sustainable Infrastructure presso la School of Design della Harvard University, il procollo è articolato in una serie di criteri e livelli che definiscono lo standard di “sustainability” di un’infrastruttura di trasporto o a rete.

Envision® può essere utilizzato da proponenti e gestori di infrastrutture, progettisti, gruppi di comunità, organizzazioni ambientaliste, costruttori, Amministrazioni pubbliche e private per soddisfare gli obiettivi di sostenibilità; ottenere un riconoscimento pubblico e super partes per i livelli di sostenibilità ottenuti; ottimizzare la localizzazione del progetto; coadiuvare comunità locali e proponenti nel processo di progettazione partecipata e nella creazione di consenso; prendere decisioni circa la destinazione degli investimenti; includere le istanze del territorio e delle comunità locali nei progetti di infrastrutture.

[Approfondisci]