Seleziona una pagina
Cantiere
Sensoristica e telecamere: con il modulo WIN by Prealux la segnaletica di cantiere diventa smart

 

Dall’esigenza alla soluzione, secondo un processo di miglioramento del lavoro sui cantieri che coinvolge tutta la filiera, dalla stazione appaltante all’impresa, ai fornitori di tecnologia avanzata.

Interessante, nel contesto dell’elaborazione dell’offerta tecnica nelle gare OEPV del settore stradale, la predisposizione di apparati tecnologici di sorveglianza da remoto della segnaletica verticale di cantiere, composti, per esempio, da sensori e telecamere. Un “occhio tecnologico” sulle cantierizzazioni e le relative dotazioni segnaletiche che contribuisce, senza dubbio, all’innalzamento degli standard di qualità, nonché di sicurezza della circolazione nelle aree.

Questo per quanto riguarda l’esigenza. Una soluzione fortemente innovativa è invece quella portata all’attenzione degli operatori del mercato dal nostro Main Partner Prealux, attraverso un “kit” tecnologico che si inserisce nell’approccio al cantiere 4.0 definito dal progetto WIN (Work in Network).

Si tratta, in estrema sintesi, di serie di segnali stradali resi intelligenti in quanto equipaggiati con dispositivi HRS INTELLIFRAME, che vanno a loro volta a costituire una vera e propria piattaforma IoT (Internet of Things) per la gestione integrata della sicurezza. Il risultato finale: fornire in tempo reale informazioni relative ai cantieri.

Il principio, più in generale, è quello della creazione di cosiddette “geo-zone smart”, ovvero aree di cantiere capillarmente monitorate (in tempo reale con la creazione di avvisi anche istantanei e con la possibilità di elaborare report successivi), su un’interfaccia di mappatura. Si tratta, sostanzialmente, della costruzione di un vero e proprio “digital twin”, ovvero di un “gemello digitale”: uno specchio perfetto e dinamico del cantiere in questo caso con le sue dotazioni segnaletiche.

Ciliegina sul questa torta d’innovazione “made in Prealux”, le telecamere digitali IP (Internet Protocol) di sorveglianza dotate di videoregistratore e pannello fotovoltaico per l’alimentazione. Si tratta di tecnologie ad hoc per installazioni esterne, adatte a operare in contesti caratterizzati da polvere, umidità, acqua o alta pressione.