Seleziona una pagina
Sono i pali a sicurezza passiva ZIPpole, marcati CE, eco e già impiegati con successo

 

Salvare vite umane, sulla strada, grazie a un corpus di norme (esistenti da anni) e a soluzioni tecnologiche perfettamente in linea con la cornice regolamentare, comunitaria e italiana. Stiamo parlando dei pali a sicurezza passiva ZIPpole, dispositivi marcati CE, nonché testati e approvati in conformità alle norme comunitarie UNI EN 40, UNI EN 12899 e soprattutto UNI EN 12767, la disposizione dal titolo dal titolo “Sicurezza passiva di strutture di sostegno per attrezzature stradali-Requisiti, classificazioni e metodi di prova” che ha introdotto il concetto di “cedevolezza” in riferimento, per l’appunto, ai pali.

ZIPpole è una soluzione sviluppata dall’azienda belga Safety Product che conta, anche in Italia, numerosi estimatori tra i gestori di infrastrutture viarie, sempre molto attenti ad aspetti sensibili quali sono quelli che coinvolgono la road safety. Il sistema base è caratterizzato da una struttura in acciaio di forma poligonale che, in caso di urto, si appiattisce grazie alla rottura dei rivetti che la compongono, cedendo su se stessa, ovvero senza spezzarsi. Il palo, così, se colpito si appiattisce, rallentando gradualmente il veicolo e assorbendo l’energia cinetica prodotta dall’impatto.

I pali ZIPpole possono essere impiegati in ogni tipologia di strada, nonché in qualsiasi condizione del terreno. Inoltre, si piegano sempre qualunque sia la direzione dell’impatto e sono anche resistenti a elevati carichi di vento. L’acciaio che li compone, infine, può essere riciclato, un punto di valore green che si somma anche al fatto che il sistema necessita di minori quantità di materiale rispetto alle soluzioni tradizionali e la sua produzione comporta, anche per l’assenza di saldature, un basso consumo di energia ed emissioni ridotte in termini di CO2.

Ultime ma non ultime, le destinazioni d’impiego, che si sono già tradotte in numerosi casi-scuola di successo: segnaletica verticale, semaforica, illuminazione, sostegno delle telecamere di sorveglianza, ma anche installazioni di cartellonistica pubblicitaria. Tra gli approfondimenti più completi dedicati a ZIPpole dai media specializzati segnaliamo il focus di leStrade sul numero 12/2017 alle pagine 88-91 (clicca qui per consultarlo).

 

[Approfondisci]                                [Video: proteggere i lati-strada]                             [Video: i crash test]