Seleziona una pagina
Con Mini-Guard in caso di urto, ogni veicolo nella propria carreggiata

 

Separare i flussi di traffico. Lavorando senza risparmio sulla sicurezza passiva (quella che non si vede, ma esiste ed entra in gioco nei casi di emergenza, ovvero di scontri veicolari), e insieme su quella attiva, che opera, viceversa, proprio sulla visione, ovvero genera un contesto viario favorevole alla guida sicura dell’automobilista, che ne risulta rassicurato.

L’unione di questi due concetti, che poi si traduce in una stretta collaborazione tra dotazione infrastrutturale e comportamenti viabilistici, favorisce ambienti stradali caratterizzati da standard di safety avanzati, come quelli per esempio tipici in paesi quali Svizzera, Austria o Germania.

In essi, la soluzione e’ Mini-Guard, la barriera mobile Meiser distribuita in Italia da Prealux, tra i Main Partner astepON. Tra I suoi punti di valore, segnaliamo anche e soprattutto quello di evitare gli urti frontali in caso di cambi repentini di carreggiata in viabilita’ con flussi veicolari opposti.

In caso di incidente in questi delicatissimi ambiti, che sono peraltro piuttosto ricorrenti soprattutto in questo periodo estivo, in presenza di barriere separatrici tipo Mini-Guard il veicolo proveniente dalla carreggiata opposta presentera’ un angolo d’urto decisamente ridotto rispetto a casi analoghi dove la separazione e’ presa in carico da semplici Defleco (un’esemplificazione delle due fattispecie e’ rappresentata nelle fotosimulazioni qui sotto: Mini-Guard versus Defleco), ma anche quando, spiegano gli addetti ai lavori, a definire e separare i flussi sono barriere in New Jersey non testate o collegate, che infatti potrebbero “ruotarsi” invadendo la carreggiata opposta. Con Mini-Guard, che e’ testato ai sensi della normativa europea, questo non accade.